Armonia nel TaijiQuan

Armonia nel TaijiQuan

Tanti marzialisti esperti in arti interne (originate dall`armonia e dalla conoscenza del Qi Gong- lavoro sulle energie) di origini taoiste come il TaijiQuan, lo XinYiQuan, lo YiQuan e il BaguaZhang filosofeggiando sulla disciplina e sull`arte del combattimento energetico e mistico quando invece di combattimento e di confronto (col prossimo) non sanno proprio un ben nulla (non tutti ma la maggior parte) …quando la sensibilita`si fa`schiacciare dalla credenza intellettuale di aver compreso tutta la conoscenza e`la fine di ogni tipo di arte.

Chi parla di asse centrale e chi parla del Fali (colpi esplosivi) avendo poi dei visibili problemi di equilibrio durante la forma dovrebbe solamente scendere dal pero e tornare a lavorare sulle basi di queste antiche discipline taoiste senza piu`nascondersi dietro le tante belle parole e le frasi poetiche riprese da libri che ogni edicola cinese vende a quattro soldi…
La disciplina dell arte interna si sviluppa nel Qi vitale e terapeuticamente si manifesta nelle membra e nel sangue mentre marzialmente si manifesta attraverso la capacita`di gestire il proprio corpo e quello dell`avversario; bisogna diventare magnetici e reattivi a cio`che l`universo di propone e questo non lo si impara con le belle parole ma con la pratica …e`la pratica della vita che aliementa la consapevolezza e la coscienza. Per poter manifestare all esterno cio`che si possiede all interno non e`cosi`facile come raccontano i libri poetici quando narrano delle armonie dello XinYiQuan, non basta il movimento perfetto (esteticamente parlando) per essere distruttivi …non basta mettere l`attenzione all`esterno del movimento per essere mortali ..e perche`ricercare la movenza perfetta e non la movenza creativa (nel confronto marziale)? Il movimento perfetto nasce dall`ascolto del proprio se`e dall`armonizzazione delle energie del corpo e non dallo studio meccanico del fisico, quando (attraverso la corretta pratica del Qi Gong) il corpo si armonizza ..e`il DanTian e l`interno corpo che (con un unica intenzione) esegue il movimento (spostamento nello spazio).
Non basta un po`di intento e un pizzico di volonta`, bisogna saper gestire il proprio ego per sfogare la propria arte spirituale. Una volta che il corpo, la mente e il cuore avranno trovato l`armonia tra di loro, e`il dialogo interno che deve riappacificarsi e collegare organo con organo cellula con cellula..non vi puo`essere eccellenza marziale se il corpo e`in conflitto con se stesso. Se la persona e`integra e padrona di se`, lo si vedra`anche da come sara`in grado di reagire alla vita e agli stimoli che subira`durante uno scambio a due durante il Tuishou (spinta delle mani del TaijiQuan).
Per poter parlare delle famose sei armonia delle arti interne, del corretto utilizzo dell`asse centrale e di potere a spirale, dobbiamo far si che il corpo sia divenuto una cosa sola, un unica inteligenza..e la dimostrazione che cio`sia davvero avvenuto nel corpo e`il movimento e l`azione fisica in questo piano dimensionale.
Per dimostrare (anche se in teoria non ci sarebbe bisogno di esibizioni) che la mente e il corpo siano in armonia tra di loro, cosa c`e`di piu`utile che il visibile ? Il visibile e`compreso da tutti gli uomini del mondo ed e`la manifestazione tangibile dell`invisibile…noi della B.Y.T.C. abbiamo deciso di organizziare incontri di TaiJiQuan (TaiJi marziale) per dimostrare che il nostro metodo di QiGong crea un intelliegenza superione al praticante e questo, cerchiamo di provarlo anche andando a confrontarci con persone che passano le giornate ad allenarsi in un modo totalmente differente al nostro..se il Taiji e`davvero uno stile efficacie allora noi alleneremo il Taiji per confrontarci con altri tipi di KungFu.. e`facile rimanere nel proprio orticello e fare i fenomeni ..noi portiamo i nostri ragazzi a competere con atelti piu`in gamba di loro per poter migliorare …e`attraverso l`esperienza (anche il Qi Gong e`esperienza) che c`e`la crescita !
In teoria sappiamo che il Taiji e`molto piu`che uno stile marziale ma anche il marziale vuole la sua parte (per tenere la pace preparati alla guerra) e agli allievi interessati daremo quindi la possibilita`di mostrare a tutti (espressione sana dell`ego) la propria capacita`psicofisica durante una esibizioni di Sanshou (combattimento).
Il praticante BYTC dovra`esprimere esternamente le conoscenza che il proprio spirito, la propria mente e il proprio cuore hanno appreso durante l`addestramento al Qi Gong …emanare all`esterno l`arte che si ha all`interno del proprio cuore !
Se si saranno compresi i principi ultimi dei cinque elementi e dello Yin e dello Yang non si avra` il timore di non arrivare a livelli ammirevoli di capacita`di gestione delle forze esterne (comprese quelle dell avversario) ..il combattimento come comprensione di cio`che si ha dentro, cio`che la mente pensa. La realta`e`dentro di noi e quindi noi possiamo gestire la realta`fisica esterna a noi.
L`interno che parla attraverso l`esterno e non viceversa (come sempre accade) !
si approcciera` allo scontro marziale con le leggi che regolano il Tao …non e`piu`un solo scontro marziale ma una lezione di vita per un esperienza di elevazione della propria coscienza.
Lo scontro marziale per un controllo superiore della realta`esterna.

Corso Istruttori YiQuan B.Y.T.C. – Collabora con Noi

Corso Istruttori YiQuan B.Y.T.C. – Collabora con Noi

Il Calendario al Primo Anno Studio del Corso Istruttore Beijing YiQuan Training Center è il seguente:

20 ottobre,24 novembre,15 dicembre,26 gennaio,23 febbraio,23 marzo,27 aprile,25 maggio,22 giugno Il Corso Istruttori è aperto a tutti coloro che desiderano insegnare le discipline tradizionali taoiste per la salute e la difesa del corpo.

Da precisare che se non si è interessati ad insegnare, questo non è il corso ideale per voi, tanto vale seguire un Istruttore BeiJing YiQuan Training Center, preparatissimo e capaci di portare gli allievi ai massimi livelli.

Il Corso Istruttori durerà 6 anni: i primi 3 Base (QiGong, YiQuan, TaiJiQuan e Tuishou) e i restanti 3 Avanzati (QiGong Taiji Tuishou)

Per i primi 3 è molto necessario comprendere che:

1) Se si sta già affrontando uno studio marziale per il rilascio di Diploma Istruttore in un’altra scuola (se già si sta seguendo un Corso Istruttori in un’altra scuola), per rispetto alle rispettive scuole/stili, l’allievo dopo il primo anno di studio con la “BeiJing YiQuan Training Center” dovrà lasciare l’altro corso insegnante se vorrà accedere al secondo anno studio Corso Istruttore YiQuan. Questo perché non si può pretendere di imparare simultaneamente due cose differenti che sono in disarmonia tra loro. Tra l’altro se si vuole imparare seriamente un metodo bisogna applicarsi solo in quel metodo e chi comprende la tradizione può comprendere anche questa clausola. Fare 8 Corsi Istruttori di discipline differenti non serve a nulla, forché alimentare il proprio ego.

Lo studio di variazioni di forza nel tempo e nello spazio può condurre alla formazione di organismi con caratteristiche strutturali assai diverse e la B.Y.T.C. legata alla tradizione non vuole un miscuglio di conoscenze nella mente del praticante. Se ritieni che il nostro metodo sia valido, dovrai applicarti seriamente solamente al nostro metodo, altri esercizi potrebbero essere non adatti al lavoro che stiamo cercando di svogere noi della B.Y.T.C.

2)     Dopo il primo anno (se superato l’esame di fine anno con rilascio di attestato), potrete iniziare ad insegnare i concetti chiave imparati l’anno precedente al Corso Istruttori YiQuan e iniziare il secondo anno studio (più complesso e artiolato).

3)     Se il secondo anno si è dimostrata passione, tenacia e costanza, e si è contribuito all’evoluzione della scuola con l’apertura di corsi, si potrà allora iniziare il terzo anno scolastico cercando di diventare Istruttore Base di terzo livello.

QUINDI: il Corso Base è diviso in 3 Livelli di 3 anni di durata

a)     Primo Livello: conosce i fondamenti ma non può insegnare

b)     Secondo Livello: può insegnare i fondamenti mentre apprende nuove tecniche molto più articolare

c)     Terzo Livello: può insegnare le tecniche di YiQuan studiate nel primo e secondo Livello ed approfondire TuiShou e prima parte della Forma XinShen simmetrica dei cinque elementi

Il Corso Istruttori Avanzato dura altri 3 anni più aggiornamenti

E’ un corso aperto unicamente a chi pratica solamente il metodo della BeiJing YiQuan Training Center.

Se nel corso Istruttore Base era chiesto di lasciare (il secondo anno) altri eventuali Corsi Istruttori svolti, nel Corso Istruttore Avanzato viene chiesto di lasciare gli insegnamenti di altri stili e dedicarsi pienamente alla pratica del nostro sistema.

Se per esempio: un allievo del maestro XXX che insegna già da 20 anni arti marziali, avesse concluso il Corso Istruttore Base, noi della “BeiJing YiQuan Training Center” ne saremmo fieri e felici, onorati che possa insegnare il Taiji e QiGong BYTC nella sua palestra insieme agli altri stili da lui studiati in precedenza con gli altri maestri però, per accedere al Corso Avanzato si richiede ancora più impegno, bisogna comprendere che dovrà dedicarsi unicamente a questa disciplina perché sarà molto difficile venire promossi: la Forma, il Tuishou, il QiGong ..tutto diverrà molto più difficile.

La “BeiJing YiQuan Training Center” pretende Istruttori consapevoli, bravi e capaci di trasmettere l’essenza delle discipline B.Y.T.C. ai loro studenti. Bisogna essere bravi praticanti e bravi istruttori, un istruttore bravo che non sa insegnare è inutile agli altri, un incapace che sa insegnare è surreale. Noi abbiamo bisogno di persone oneste e con tanta voglia di praticare.

Metabolismo significa trasformazione, ogni organismo va incontro a continue trasformazioni rese necessarie dal mantenimento della sua complessa struttura, dalla crescita e dai continui adattamenti all’ambiente. Più specificamente s’intende quel complesso di ben organizzate reazioni chimiche capaci di sfruttare energia esterna per rinnovare, accrescere o riparare le strutture dell’organismo. Tutto ciò comporta, appunto, una continua trasformazione di numerose molecole. L’alimentazione, la respirazione e l’escrezione sono l’espressione più evidente e manifesta dei processi metabolici che si compiono in un organismo. Se si vuole imparare le tecniche B.Y.T.C. bisognerà esercitarsi tantissimo e costantemente per metabolizzarle nel corpo e nell’animo. Non si può allenare un altro metodo perché nuocerebbe alla metabolizzazione delle tecniche della “BeiJing YiQuan Training Center”.

Per accedere al corso ISTRUTTORI B.Y.T.C. è necessario avere seguito regolarmente un normale corso con un insegnante B.Y.T.C. per almeno 3 anni consecutivi oppure accedere all’esame e al colloquio privato con la direzione della scuola.

Per essere ammessi al corso bisognerà quindi fare richiesta e sostenere uno o due colloqui dove si valuterà il percorso seguito in precedenza e le motivazioni personali che spingono a voler seguire il Corso Istruttori B.Y.T.C.

Chi stesse seguendo un altro metodo o fosse già un istruttore di Taiji o arti marziali di altre scuole può provare a richiedere di essere ammesso al Corso Istruttori YiQuan tramite appuntamento.

Il Corso di Primo Livello (Base) durerà tre anni (da ottobre 2013 a giugno 2016) e sarà costituito da un incontro al mese (di domenica) e fino al mese successivo, si dovranno praticare ed assimilare le tecniche insegnate con regolarità ed impegno.

Saranno 9 incontri dalle 14 alle 18 (da ottobre a giugno compresi)

Se non si eseguiranno gli esercizi durante i mesi che dividono una lezione dall’altra, non si riuscirà a comprendere le pratiche avanzate e quindi si richiede massima serietà e costanza anche per non rallentare il gruppo.

Alla fine di ciascuno dei tre anni si sarà sottoposti ad un esame per accedere al livello successivo.

Solo dopo aver superato l’esame alla fine del primo anno, si potrà essere autorizzati ad insegnare le tecniche studiate durante l’anno appena trascorso, a partire dal settembre successivo (e quelle che di volta in volta saranno autorizzate alla fine di ogni anno di corso istruttori). Se l’aspirante-istruttore dovesse diffondere le tecniche viste al corso senza autorizzazioni sarebbe istantaneamente espulso dalla scuola.

La B.Y.T.C. ricerca persone umili e con la voglia di faticare.

Nel triennio di Corso Istruttori di Primo Livello (Base), si studieranno ed approfondiranno le fondamenta del metodo “BeiJing YiQuan Training Center”:

 

  1. YANGSHENGONG TERAPEUTICO

 

  1. ZHANZHUANG

 

  1. SHILI 12 LIVELLI

 

  1. MOCABU 6 DIVERSITA’

 

  1. TUISHOU TERAPEUTICO E MARZIALE (durante tutto il secondo anno)

 

  1. TAIJI XINSHENQUAN la parte simmetrica relativa ai meridiani e cinque elementi)

 

  1. DANZA (ultimo anno).

 

Come si sà nel metodo “BeiJing YiQuan Training Center” ci sono molti livelli di pratica per il fatto che si seguono i principi della medicina cinese e dell’alchimia taoista. L’esercizio A trasforma il corpo che sarà pronto a fare l’esercizio B per condensare l’energia smossa con l’esercizio A, l’esercizio C ritrasformerà e il D ricondenserà nuovamente e via dicendo fino alla Z.

Dalla A alla Z si studieranno meticolosamente tutte le tecniche di QiGong e KungFu della scuola in progressione continua : l’esercizio 2 nasce dall’1 e l’esercizio 3 nasce dall’ 1 e il 2 insieme, il 4 nasce dal 3, il 2 e l’1, il 5 nasce dall’1,2,3,4 insieme e cosi via in progressione. Per questo motivo è importante essere costanti e pazienti nella pratica.

Il gruppo dovrà procedere in modo uniforme e non ci si potrà inserire a meta percorso ma si dovrà attendere un nuovo corso istruttori di primo livello dopo la fine di questo primo triennio.

Per quanto riguarda le posizioni statiche (per esempio) si studieranno in progressione molte pratiche all’interno di una stessa posizione che in apparenza potrebbe apparire simile alle altre ma in realtà, svolge un lavoro ben diverso e definito per la trasformazione sistematica dell’essere. Ogni posizione ed ogni visualizzazione o spostamento di un pollice ha un motivo ben preciso e definito per la creazione di un corpo che si prepara a divenire il Taiji.

Prima si crea l’equilibrio psicofisico, poi si rinforza la struttura e dopo si riempie l’essere di energia, si comprende lo Yin e Yang, si fonde Yin e Yang nel Taiji, si usa il Taiji per amplificare la coscienza e l’intuito ed infine si torna al Wuji. Il TaijiQuan (aspetto marziale del Taiji) lo si usa per comprendere nel profondo, le leggi stesse del Taiji.

Le applicazioni marziali non nascono dallo studio del marziale ma dallo studio del QiGong: lo Yi (mente) il Shen (spirito/corpo) Qi (energia) Li (forza) dovranno muoversi come un’unica intelligenza nella Danza. Non si tratta di accumulare nozioni ma di fare un serio, impegnativo e visibile lavoro sul proprio sé.

Bisognerà farsi plasmare dalle tecniche”BeiJing YiQuan Training Center” se si vuole andare avanti per questo percorso perché solo dopo averne assimilata una si potrà accedere alla successiva. E’ richiesto del tempo, costanza, serietà, entusiamo. Lo YiQuan della B.Y.T.C. è un arte che può essere approfondita oltre un certo livello solo da chi si impegna con costanza e dedizione. Stesso discorso per esempio al riguardo del TuiShou che dev’essere graduale e consapevole (non una zuffa) e solo dopo avere percorso tutta una successione di livelli e una conseguente maturazione delle tecniche si potrà esser pronti per i livelli in cui dal TuiShou si arriverà sempre piu al combattimento libero. Non abbiamo fretta di bruciare le tappe; dalla A alla Z con tranquillità e consapevolezza. Il combattimento non è lo scopo del nostro metodo ma solo una delle tante tappe del percorso che offre la “BeiJing YiQuan Training Center”.

La lotta è un mezzo non il fine! Siamo assolutamente contrari a giocare al combattimento, tirare cazzotti tanto per divertirsi ed esaltare il proprio ego. Il maestro De Santis studiò con la figlia di WangXiangZhai, BaiJinJia, ZhaoHong, TingJun e i monaci del templio del “fuoco e della nuvola” e coi permessi cinesi che ci autorizzano all’insegnamento vogliamo proporre un addestramento classico di origine taoista.

La metodologia di sviluppare i diversi aspetti dell’arte taoista (terapeutico-marziale-alchemico) è vicino al lavoro di un contadino o di un musicista, dove le fasi tecniche sono alla base di tutto: poi bisognerà maturare, saper aspettare, coltivare ed improvvisare (quando si sarà davvero pronti per improvvisare e non prima) i concetti del ZiRanGong e Taiji spontaneo.

Cerchiamo solo persone motivate. Il primo anno è aperto a tutti mentre gli anni avvenire saranno divisi da chi continua a studiare anche altri metodo e chi invece studia solo il nostro. Per chi insegnerà solamente il nostro metodo ci saranno dei corsi speciali a numero chiuso. La “BeiJing YiQuan Training Center” vuole essere una scuola fedele alla tradizione.

Corso Istruttore Primo Livello (tre anni)

Corso Istruttore Secondo Livello per avanzati (tre anni ed aperto solo a coloro che hanno dedicato tutto il loro tempo solamente al metodo B.Y.T.C. e dimostrato impegno e voglia di crescita della scuola )

In Cina si dice che per imparare bene un metodo ci vuole una vita intera e noi della B.Y.T.C. ragioniamo allo stesso modo! Se non sei d’accordo, sei libero di frequentare 40 stili diverse da altre parti.

Ovviamente è  molto complicato praticare in contemoranea al sistema “BeiJing YiQuan Training Center” anche un altro metodo marziale di Taiji o Kung fu (o anche solo semplicemente Yiquan di altre scuole) perché se si decide di praticare per venire plasmati da un tipo di percorso, si otterranno di conseguenza, determinate qualità fisiche di uno specifico percorso (da noi per esempio la forza la si trae dal QiGong e non dal sollevamento pesi che sarebbe invece controindicato per un praticante B.Y.T.C.) e ottenere cosi specifiche risposte abitudinali (nate dalla forma XinShenQuan) di azione-reazione (tipiche el sistema allenato). Abituando il corpo al nostro stile, come si potrebbe avere il tempo per praticare un altro stile? Come può il corpo ad imparare diversi modi di reagire se ogni modo di reagire necessita di una struttura differente? E perché praticare un altro stile, se il nostro possiede un cosi’ ampio programma? Ovviamente non si diventa forti e sani con un curriculum sconfinato (non è che più si è visto più si è bravi), un esperienza di pratica vagabonda in diverse palestre marziali non porta a nulla, è applicandosi costantemente in particolari concetti energetici che si può tentare di migliorare il proprio essere. Noi della B.Y.T.C. desideriamo svolgere un lavoro serio e costante con i nostri membri e per questo motivo, si chiede all’aspirante istruttore un impegno reale e continuativo, in modo da comprenderne il principio base del motore B.Y.T.C. ed eseguire alla perfezione le nostre tecniche, senza condizionamenti esterni.

Se noi per esempio cerchiamo di insegnare le qualità del Taiji e l’aspirante istruttore fuori dal nostro corso vuole eseguire lezioni di XinYi con un’altra scuola (o per es Karate, Capoeira o altro Taiji) ovviamente va contro agli stimoli che gli stiamo cercando d’insegnare noi, ovvero non riusciremmo a plasmare la sua struttura in base ai nostri criteri.

Non si può imparare ad andare indietro da noi, saltellando però da un alra parte o viceversa …con la pazienza da noi imparerai a danzare e non solo ad andare indietro, se però, per fretta d’imparare vuoi andare da altre parti ..significa che non ci stiamo capendo e non ci sono quindi i presupposti per continuare il rapporto.

Dopo i primi anni di collaborazione con la “BeiJing YiQuan Training Center” si potrà entrare in un circolo chiuso di ricercatori ed appassionati.

Il Taiji non è una tecnica ma è un principo che dona una qualità fisica, e per riuscire ad ottenere questa qualità fisica (non concettuale), bisognerà cambiare il proprio corpo, adattandolo a ciò che si sta svolgendo attraverso lo studio meticoloso del QiGong della B.Y.T.C.

Per questo motivo abbiamo un Corso Istruttori Avanzato che richiama solo chi dona maggiore importanza allo stile della “BeiJing YiQuan Training Center” (e dove non sarà piu ammesso nessuno che continui a praticare anche altri metodi simili). La comprensione di tutto questo sarà comunque evidente a chi si impegnerà nella propria pratica e ricerca.

Non che altri metodi non funzionino ma perché altri metodi sono caratterizzati da altre qualità fisiche e altre reazioni alla realtà e agli stimoli esterni (abitudini di “azione-reazione”). E’ difficile imparare un metodo figuriamoci diversi metodi insieme.

Durante il corso è importante non saltare nessun incontro e incominciare dall inizio, dalla A alla Z senza affrettare il processo di sviluppo energetico, ogni cosa a suo tempo, è nel nostro interesse formare eccezionali praticanti e istruttori.

Astenersi perditempo e curiosi vagabondi del kunfu (coloro che girano il mondo per conoscere più stili possibili credendo che cosi si diventi più forti)

La direzione

PER ULTERIORI INFO E DATE DEI CORSI YIQUAN E XINSHEN:

  • Tel: +39 3489927713 – in caso di mancata risposta lasciare gentilmente un SMS o mandare un email.
  • E-mail: info@yiquancenter.com
6th Level Pushing Hands B.Y.T.C. System

6th Level Pushing Hands B.Y.T.C. System

6th Pushing Hands: La B.Y.T.C. si avvale dell’ YiQuan classico per creare il ZhenQi (attraverso gli esercizi di YangShenGong) e solo dopo aver ottenuto questa  struttura voluta dall’Yiquan che il praticante può accedere allo studio della Forma del XinShenQuan  e i suoi metodi applicativi di TuiShou (Push Hands, Spinta delle Mani). Lo YiQuan insegna a muoversi istintivamente grazie alla consapevolezza ottenuta dai movimenti dello ShiLi e del Fali e apparentemente non sembrerebbe avere nulla a che fare con la Forma del XinShenQuan (sorta di TaiJiQuan) perché mira alla non-forma mentre apparentemente lo XinShenQuan, visto che insegna la Forma sembrerebbe mirare alla Forma.  I realtà anche la Forma del XinShen è utilizzata per trascendere la Forma e costruire la Danza libera; la Forma del XinShen è un insieme di Shili che creano una sinfonia armonica, un concerto prestabilito che aiuta l’ improvvisazione artistica. Nel metodo di TuiShou della B.Y.T.C. abbiamo ai primi posti lo studio del Push Hand classico dell YiQuan diviso in diversi livelli e poi (dopo aver imparato l’YiQuan classico) quelli del XinShenQuan anch’essi divisi in diversi livelli (da fare uno alla volta). Nei primi livelli di TuiShou troviamo quelli adibiti alla sensibilità e allo studio della pienezza della struttura e al radicamento, poi ci sono quelli più marziali con le entrate e le spinte fino pian piano arrivare all’utilizzo di proiezioni (classiche del TaijiXinShen), colpi speciali, uscite laterali ed esercizi semi-distaccati del XinShenQuan Gli esercizi semi-distaccati del TuiShou XinShenQuan sono divisi in livelli; in questo video eseguiamo il sesto livello di XinShenQuan Pushing Hands (ovviamente da non esercitare, se non fatto prima gli altri livelli base-fondamentali, altrimenti diviene una sorta di semi rissa inutile che non insegna un bel nulla forchè il nutrimento dell’ego)

[youtube www.youtube.com/watch?v=Q_Oj5m3CgyQ&rel=0]

Prima di iniziare il TuiShou bisogna esercitare molto bene il Zhanzhuang e tutto il programma YiQuan…solo con un ottimo YiQuan si potrà accedere allo studio del XinShenQuan Lee